Siena, Mense, Uniti per Siena: “L’assessore Benini e il Comune hanno fatto bene”

“Bene hanno fatto l’Amministrazione comunale di Siena ed in particolare l’Assessore Benini a tirare dritto sul massimo della tariffa del servizio mensa, applicata agli studenti non residenti nel Comune di Siena.
Una delibera che tutela anzitutto i figli dei cittadini senesi, unici ai quali deve rendere conto la Giunta De Mossi”. Si apre così una nota di Uniti per Siena sulla questione delle mense comunali.

“Giudichiamo ridicola la presa di posizione del candidato Sindaco Pacciani, portavoce di Piccini e Marignani, che giudica ‘illegittima e discriminatoria’ la delibera senese – prosegue la nota -. Evidentemente a Pacciani ed alla sua variopinta compagine politica interessa più difendere gli interessi dei non residenti che, per comodità o per il ‘prestigio’ di fare le scuole nel capoluogo, mandano i figli a studiare a Siena. Non ci dimentichiamo che anche gli istituti scolastici dei comuni contermini offrono servizi di pre – scuola e dopo – scuola, oltre al servizio scolastico: tutte possibilità che vanno a sostenere le esigenze delle famiglie che, per esigenze di lavoro, si devono spostare fuori dal loro comune di residenza, oltre a prevedere sconti sulle tariffe delle mense scolastiche in base alle fasce Isee per quelle famiglie che ne hanno effettivamente bisogno (e ci domandiamo quante delle famiglie che mandano i propri figli a Siena ed oggi si lamentano con tanta veemenza si trovino in queste condizioni)”.

“Ci sembra, infine, assurdo che Pacciani, tra le varie cose, ritiri fuori la novella, sicuramente stantia, della ‘Grande Siena’, quando afferma che è necessario trovare ‘collaborazione e programmazione strategica con i comuni della cintura senese sulle grandi questioni’. E’ evidente che, tra coloro che lo sostengono, ci siano anche quegli esponenti del PD che a suo tempo hanno candidato alle Primarie del Centro Sinistra Bruno Valentini, allora Sindaco di Monteriggioni, che ha costruito in modo massiccio a ridosso del confine tra Siena e Monteriggioni, gravando in questo modo in modo pesante su Siena e sui servizi del Comune di Siena. Pretendere che oggi Siena spenda i propri soldi per offrire servizi a chi risiede in altri Comuni è un controsenso, se si considera che proprio la Sinistra ha da sempre ostacolato confini più larghi per il Comune di Siena”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...