Siena, De Mossi: “Mps, biotecnopolo e fondi Pnrr: La crisi di governo non interrompa i percorsi avviati”

E’ in ballo la stabilità del Paese in una fase estremamente delicata dal punto di vita economico e sociale, con risvolti complicati anche per il nostro territorio”. Così il sindaco di Siena Luigi De Mossi commenta la crisi di governo che in queste ore sta investendo l’Italia.

Dopo il fallimento di tre governi, è inevitabile dare nuovamente voce ai cittadini, ma c’è preoccupazione – aggiunge De Mossi – per i fondi Pnrr, per i quali questa amministrazione è riuscita a ottenere per oltre trenta milioni di euro e ha presentato altri progetti per oltre venti milioni di euro. C’è poi la questione Monte dei Paschi, alle prese con un nuovo piano industriale e le istanze che come Comune di Siena abbiamo sollevato più volte in rappresentanza del territorio: tutela dei lavoratori, dell’indotto e del marchio, legame con il territorio stesso, tutela del patrimonio immobiliare e artistico. Infine la Fondazione del Biotecnopolo, che deve diventare subito operativa, anche con un’iniziativa parlamentare immediata e nonostante l’attuale crisi istituzionale. E’ un aspetto di grandissima importanza non solo per questo territorio, ma per tutta l’Italia per accelerare la ricerca sulle scienze della vita e la relativa filiera, anche occupazionale”.

Ho volutamente evitato – prosegue il sindaco di Siena – di intervenire sull’argomento crisi di governo, perché ho profondo rispetto per le istituzioni e interpreto il ruolo di sindaco, tanto più perché civico, come quello di amministratore di un territorio e punto di riferimento per la comunità. La politica nazionale la lascio ai parlamentari, ma non posso che evidenziare una cosa. La caduta del governo ha un colpevole primo: il Movimento 5 Stelle, una forza irresponsabile che ha deciso di innescare la crisi su un provvedimento pensato per aiutare famiglie e imprese, facendo venire meno la logica di solidarietà politica nazionale che aveva motivato la nascita di un esecutivo così anomalo. Ed è incredibile che il Partito Democratico fino all’altro ieri scommettesse sull’alleanza strategica proprio con i 5 Stelle: l’idea del ‘campo largo’ era e rimane una follia. Che il centrosinistra ha pensato bene di riproporre anche a Siena, costruendo una coalizione elettorale che ha al centro proprio l’asse tra Pd e M5S. Ripeto: follia di chi pur di tornare al potere ricorrerebbe a qualunque mezzo. Anche il più sciagurato”.

Ufficio stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...