Siena: L’area parcheggio di piazza Jacopo della Quercia al centro dell’interrogazione di Griccioli, Mazzini e Piccini

Vanni Griccioli, Massimo Mazzini e Pierluigi Piccini hanno presentato nella seduta dello scorso 10 giugno, un’interrogazione in merito all’uso sconsiderato della piazza Jacopo della Quercia come area di parcheggio.

Mazzini si è detto costretto a ritornare sull’argomento per comprendere le motivazioni per le quali la zona in oggetto sia ancora meta di una sosta sconsiderata venendo meno alla decisione unanime presa nel Consiglio del 28 aprile 2021 con l’approvazione di una mozione per risolvere la situazione.

Per questi motivi il consigliere ha chiesto il perché non sia stato attuato quanto deciso dal consesso, ovvero: consentire il parcheggio ai mezzi di servizio della Questura negli stalli già esistenti e ai residenti del Terzo di Città in possesso di permesso Ztl, dalle ore 20 alle 8; adibire l’area del cantiere del Santa Maria della Scala nel Fosso di Sant’Ansano a parcheggio pubblico riservato ai soli residenti; adoperarsi con il presidente della Provincia e con il Prefetto affinché uno o due posti vengano assegnati al personale della Questura che svolge servizio di vigilanza e guardiania al Palazzo delle Provincia e alla Prefettura ed, infine, di dare mandato alla Polizia Municipale affinché vigili sul corretto utilizzo della Piazza.

Il vicesindaco ha precisato che il parcheggio nella piazza per la Questura è già così, e che, per quanto riguarda i residenti del Terzo di Città, è un costume quello di parcheggiare dalle ore 20 alle 8, adottato dagli stessi ma che evidentemente può capitare che avvenga fuori dagli stalli consentiti. Spiegando che i controlli, svolti dalla Polizia Municipale, si rivolgono al buon senso. Per l’area del cantiere nel Fosso di Sant’Ansano, in cui è in atto un’opera alquanto complessa con la presenza di un’autogru, al momento esiste un’inibizione al parcheggio sia per motivi di spazio sia per la sicurezza. C’è un’interlocuzione avviata con i residenti della zona, perché appena conclusi i lavori si possa sostare. Sottolineando che l’Amministrazione è consapevole delle difficoltà di parcheggio in alcune aree della città e che si procederà ad una maggiore severità nei controlli in zone di pregio come quella in oggetto.

Mazzini dopo aver ringraziato il vicesindaco si è dichiarato insoddisfatto spiegando che l’unico punto chiarito è stato quello sulla presenza, ancora oggi, del cantiere a Sant’Ansano, mentre sugli altri punti nulla è stato detto. Ribadendo poi che è la quarta volta che viene sollevata la questione, il consigliere auspica di non tornare più sull’argomento, dopo due interrogazioni e una mozione approvata dall’intero Consesso, facendo presente che occorre essere operativi e risolvere i problemi come la città desidera.

 

Ufficio Stampa Comune di Siena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...