Siena: Cisl Ust Siena chiede un confronto all’Aous

 

“In risposta all’intervista rilasciata in data 22/11/2021 da parte del direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese D. Barretta,  la scrivente organizzazione sindacale intende precisare quanto segue per fornire una corretta informazione all’utenza e alla città tutta.

I dati a cui fa riferimento il D.G. non sono conformi a quelli rilasciati dalla Regione Toscana precedentemente consegnati alle organizzazioni sindacali unitariamente e rischiano di rilasciare un’immagine distorta in merito alle reali potenzialità dell’Azienda. A conferma di tutto ciò precisiamo, quanto segue: condividiamo il numero della cessazione di servizio di 200 unità del comparto al 30/09 di cui 70 infermieri con  un saldo in negativo di 50 infermieri, a fronte di soltanto 18 assunzioni, nonostante autorizzazione specifica regionale che indicava di recuperare il gap. A questo dato negativo va aggiunta inoltre una carenza nei ruoli amministrativi, tecnici e professionali. A ciò vanno infine associate alcune mancanze nella pianta organica della dirigenza medica, che meritano approfondimento specifico per ogni Unità Operativa. Quanto descritto costringe logisticamente i colleghi a dei ritmi lavorativi stressanti, che potrebbero mettere a rischio la professionalità del lavoratore nonché la qualità del servizio offerto all’utenza. Riteniamo inoltre inaccettabile coprire il deficit organico così marcato, tramite l’utilizzo costante dei “ tempi determinati”, che non assicurano l’acquisizione di competenze specifiche e durature; infatti il personale così assunto rapidamente, e spesso appena ne ha la possibilità, preferisce non rimanere alle nostre dipendenze, a fronte di assunzione in altre strutture a garanzia del tempo indeterminato.

Invitiamo pertanto il D.G. ad aprire un confronto su queste tematiche, che si collocano in un momento delicato per la sanità e la salute pubblica e che non possono essere lette conseguentemente esclusivamente da un punto di vista economico, ma che devono invece essere interpretate anche nel loro contenuto sociale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...