Siena: Mensa di Sant’Agata, precisazioni del DSU su intervento del Comune di Siena

“A seguito della lettera scritta dal Comune di Siena alla Regione Toscana relativamente alla mensa Sant’Agata, l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio, nell’esprimere ampia perplessità sul contenuto e le finalità di quanto espresso dall’Amministrazione Comunale di Siena, conferma che il contratto di concessione in uso fra l’Amministrazione e il DSU, in scadenza nel 2023, prevede che la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile sia a carico della stessa DSU.” Così una precisazione dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio su quanto affermato dall’Amministrazione comunale di Siena. “Precisa tuttavia che, in considerazione delle finalità e destinazione d’uso dello stesso, come stabilito dalla procedura di gara e nel capitolato di affidamento del servizio mensa, tali obblighi sono specularmente ribaltati sul soggetto privato che gestisce in appalto il servizio di ristorazione espletato nello stesso immobile.

Il DSU Toscana è in ogni caso tenuto a monitorare la corretta esecuzione del servizio e del complessivo contratto e, in tal senso, rigetta quanto affermato dall’Amministrazione Comunale, soggetto che, oltre che essere proprietario dell’immobile è anche l’entità preposta a rilasciare le autorizzazioni previste sia per le attività di gestione che per interventi vari sulla struttura ed a cui dovrebbero invece essere ben note molte delle attività ordinarie e straordinarie.

La corretta azione del DSU si è confermata anche nel caso del distacco di alcuni pannelli di materiale fonoassorbente avvenuta a fine maggio. l’Azienda si è infatti immediatamente attivata con il gestore affinché questo provvedesse a ripristinare tempestivamente il danno e garantire la messa in sicurezza dell’area interessata. Intervento che risulta realizzato e concluso a distanza di alcune settimane, come da comunicazione di fine lavori inoltrata al DSU Toscana ed all’Amministrazione Comunale dal tecnico incaricato dall’azienda che gestisce la mensa.

Preme sottolineare, in ogni caso, che le obbligazioni previste nel contratto di concessione in uso tra Comune di Siena e DSU dell’immobile di via S. Agata, con particolare riferimento alle manutenzioni ordinarie e straordinarie, a cui la ditta risulta abbia sempre adempiuto, stabiliscono sì che siano a carico dell’Azienda tutti lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria che dovessero rendersi necessari nel corso dell’esecuzione, ma tale previsione deve essere necessariamente letta alla luce delle disposizioni codicistiche in materia che, stante anche la natura onerosa del contratto in parola, circoscrivono la responsabilità del concessionario a quegli interventi di manutenzione straordinaria conseguenti e strettamente connessi all’utilizzo dell’immobile (interventi di natura riparativa). Ne consegue che tutte le altre opere di manutenzione straordinaria e, in particolare, quelle che si rendono necessarie per conservare in sicurezza l’edificio non possano che gravare sul proprietario.

Quanto alle preoccupazioni sollevate dai dipendenti dell’azienda privata che gestisce la mensa e raccolta dai sindacati in merito ai problemi di sicurezza, il DSU Toscana ha già invitato i presentatori delle istanze a rivolgere richieste di chiarimento al proprio datore di lavoro che è l’unico legittimato ad avere un confronto con le rappresentanze del personale.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...