Siena: Oggi 30/04 celebriamo Santa Caterina con un estratto da una delle sue opere ispiratrici

Celebriamo Santa Caterina con un estratto da una delle sue opere ispiratrici

NESSUNO PUO’ ESSERE VINTO SE NON LO VUOLE

<< Così che nessuno può dire: “Io non posso”; né può avere alcuna scusa alle sue colpe. Possono ben venire molti ed osceni pensieri nel nostro cuore, e nessuno può fare in modo che non vengano: ma se vengono non è una colpa, mentre lo è l’accoglierli con la volontà; a questo possiamo opporci non acconsentendo.

Poiché, quindi, abbiamo la volontà, un tesoro così grande che nessuno può essere vinto se non vuole, non dobbiamo temere i colpi, le tentazioni, ma dobbiamo rallegrarci di stare sempre nella battaglia mentre viviamo. Se vedessimo quànto è abbondante il frutto che otteniamo dalla battaglia, non ci sarebbe nessuno che non l’attendesse con desiderio! Chi non combatte, non vince; e chi non vince, ne resta confuso.

Sapete quanto bene otteniamo dalla battaglia? Abbiamo l’occasione, nel tempo delle grandi battaglie, di alzarci dalla negligenza, e di essere più solleciti ad impiegare bene il nostro tempo, e di non stare nell’ozio; >>
(Santa Caterina da Siena)

– da “Le lettere di Santa Caterina da Siena, (CLXIX – A FRATE MATTEO TOLOMEI DA SIENADELL’ORDINE DE’ PREDICATORI IN ROMA, EDA DON NICCOLO DI FRANCIA MONACO DICERTOSA E BELRIGUARDO) Volume 1” Edizioni Studio Domenicano, 1996 – 627 pagine (volume 1 di una collezione di 3)

Caterina da Siena (Siena, 25 marzo 1347 – Roma, 29 aprile 1380)

Caterina di Jacopo di Benincasa, conosciuta come Caterina da Siena (Siena, 25 marzo 1347 – Roma, 29 aprile 1380), è stata una religiosa, teologa, filosofa e mistica italiana.

Venerata come santa, fu canonizzata da Pio II nel 1461; nel 1970 è stata dichiarata dottore della Chiesa da Paolo VI. È patrona d’Italia insieme a san Francesco d’Assisi e compatrona d’Europa.

Caterina nacque a Siena, nel rione di Fontebranda, nella contrada dell’Oca, nel 1347, figlia del tintore di panni Jacopo Benincasa e di sua moglie Lapa Piacenti, ventiquattresima di venticinque figli. Assieme a lei nacque una sorella gemella, battezzata con il nome di Giovanna, che morì a poche settimane di vita.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...