Siena: Un’interrogazione del Gruppo Pd sulleattività del Comune sul Recovery Fund

I consiglieri del gruppo Pd: Alessandro Masi, Giulia Periccioli, Luca Micheli e Bruno Valentini hanno presentato un’interrogazione sulle attività del Comune di Siena per il Recovery Fund.

Come ricordato da Alessandro Masi “il fondo previsto dall’Europa per il recupero dell’impatto devastante del Covid sul tessuto socio-economico italiano merita un ruolo centrale per i Comuni, come sottolineato dalla stessa ANCI, e di conseguenza anche per la ricostruzione della nostra città. Aspetto, quest’ultimo, condiviso dall’Amministrazione, che con delibera di Giunta dello scorso 11 marzo, ha aderito al progetto “Next Generation Europa Comune” per essere partecipe del processo decisionale ed operativo del “ Next generation EU”, del “Recovery Plan” e soprattutto del Piano nazionale di “ripresa e resilienza””.

Alla luce di tutto ciò il consigliere ha quindi chiesto “perché, ad oggi, non sia stata ancora comunicata l’attivazione di procedure di elaborazione progettuale, anche in collaborazione con altre amministrazioni locali e con la Regione, per essere pronti ad intercettare le risorse del Recovery Fund con progetti che aiutino e sostengano la ripresa economica e occupazionale”.

La citata delibera dello scorso marzo aderisce al progetto informativo “Next Generation EU – Europa Comune” avviato e gestito dalla Società Centro Studi Enti Locali SpA con la collaborazione del Dipartimento Economia e Management dell’Università degli Studi di Pisa.

“Trattasi – ha spiegato l’assessore al Bilancio Luciano Fazzi – di un progetto istituzionale, informativo, formativo, editoriale e consulenziale a carattere completamente gratuito per gli iscritti. La partecipazione a queste attività formative è di per sé un’azione di preparazione al Recovery Fund. Oltre a questo il Comune di Siena ha partecipato al bando Anci MediAree e lo ha vinto, dando il via al progetto #NextGenerationSiena”.

Siena è quindi capofila di un gruppo di 25 Comuni della provincia senese insieme ai quali si svilupperanno studi di fattibilità relativi a progetti che dovranno approfittare delle opportunità del Recovery Fund.

“Lo scopo del progetto #NextGenerationSiena – ha proseguito Fazzi – è proprio quello di farsi trovare pronti ad accedere ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che il governo Draghi dovrebbe inoltrare alla Commissione Europea in questi giorni. Il progetto #NextGenerationSiena è appena partito e sono state fatte due riunioni di area con i Comuni partner e con gli stakeholder. La settimana scorsa è stato inviato il POD (Piano operativo di dettaglio) ad Anci e siamo in attesa di una sua approvazione. Una volta approvato questo documento, Anci affiderà i servizi relativi alle attività (formazione, studi di fattibilità, comunicazione, ecc.), che a quel punto potranno partire”.

Gli uffici del Comune “si sono attivati per partecipare al bando del Ministero degli Interni relativo alla rigenerazione urbana, che sarà effettivo non appena il PNRR nazionale sarà ufficialmente inoltrato alla Commissione europea. Il documento di riferimento è il decreto ministeriale del 2 aprile 2021, unito ad una comunicazione che fornisce le istruzioni relative all’inoltro delle domande per accedere ai fondi”.

Nel dettaglio di questa comunicazione si evince che il Comune di Siena può fare domanda per accedere a un totale di 20 milioni di euro di finanziamenti. “La domanda – ha concluso l’assessore – deve essere inoltrata entro giugno, nonostante, come si diceva, la procedura sarà attivata solo dopo l’inoltro del PNRR dal Governo italiano alla Commissione Europea. Nel frattempo gli uffici stanno lavorando per predisporre tutte le pratiche e hanno stilato una lista di interventi che assomma all’importo massimo che può essere richiesto, ovvero circa 20 milioni di euro”.

Il consigliere Masi ha ringraziato per la risposta dell’assessore, soprattutto “per l’avviata collaborazione con gli altri Comuni della Provincia all’interno della progettualità tesa a sostenere il rilancio economico. Meno chiari invece rimangono gli obbiettivi specifici che propone il Comune per la ripartenza della città.

E’ necessario, comunque, investire al massimo in progettualità che possono scaturire anche da bandi regionali e nazionali, perché è questa la strada da perseguire per competere ai finanziamenti in grado di generare uno sviluppo economico diffuso e rilanciare la nostra città ed il territorio”.

Ufficio Stampa Comune di Siena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...