Siena, ruba 12.500 euro in un appartamento e aggredisce gli agenti: Arrestato

 

“Nella tarda mattinata di sabato 9 gennaio, le volanti della Questura di Siena sono intervenute in via dei Tufi, allertate da un agente in servizio presso la Questura di Torino il quale, transitando nella zona, aveva notato una persona incappucciata mentre stava scavalcando il muro di cinta allo scopo di uscire da un’area condominiale.

Il poliziotto, facendosi aiutare da un passante, è riuscito a fermare l’uomo fino all’arrivo dei colleghi delle volanti, nel frattempo allertati. Il fermato, un 30enne di nazionalità francese, sprovvisto di documenti, restio al controllo della Polizia, è stato quindi sottoposto ad una perquisizione personale sul posto, nel corso della quale, all’interno della biancheria intima, sono state rinvenute numerose banconote che, con stizza, l’uomo ha iniziato ad estrarre gettandole verso gli agenti.

Sospettando che l’ingente somma di denaro, ammontante a 12.500 euro, provenisse da uno o più furti effettuati all’interno delle abitazioni, i poliziotti hanno compiuto una ricognizione nel condominio che non ha però dato un esito immediato.

Il fermato è stato quindi condotto in Questura per gli accertamenti sulla sua identità, per arrivare alla quale, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, guidati dal dirigente Fausto Camisa, hanno interessato le autorità francesi ottenendo informazioni sull’uomo che, nel paese d’oltralpe, ”vanta” un notevole curriculum criminale.

Non fornendo alcuna valida giustificazione sul possesso del denaro, che è stato sequestrato, il 30enne è stato quindi denunciato per il reato di ricettazione e rimesso in libertà.

Gli agenti hanno continuato ad effettuare verifiche sulla provenienza, verosimilmente illecita, del denaro fino a che, alla Sala Operativa, è giunta in serata la segnalazione di un uomo che, in un locale di pertinenza della sua abitazione situato nel condominio di via dei Tufi, ha constatato il furto dell’ingente somma di denaro, risparmi della sua famiglia, che si trovava nascosta in una scatola per giocattoli.

Accertata quindi la piena responsabilità del furto, i poliziotti si sono messi alla ricerca del malvivente. A seguito di una segnalazione giunta nella mattinata di ieri, che lo individuava in una zona periferica della città, gli agenti si sono recati sul posto. L’uomo si era introdotto in un camper di un’azienda dopo aver forzato la portiera e, all’arrivo della Polizia, si è poi barricato all’interno del veicolo. Con non poca difficoltà gli agenti sono riusciti a trarlo all’esterno con l’uomo che, nel tentativo di fuggire, ha iniziato a prenderli a calci e pugni, colpendo violentemente alla fronte un poliziotto.

Dopo averlo bloccato e dopo aver informato il Pubblico Ministero della locale Procura della Repubblica, il 30enne è stato arrestato. Dovrà ora rispondere, oltre che del reato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, anche del furto del denaro, interamente recuperato dalla Polizia.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...